Fingranda convoca l’assemblea per approva il taglio dei compensi e il piano industriale

Il Consiglio di amministrazione di Fingranda (presidente Piero Sassone, vicepresidente Giandomenico Genta, consiglieri Domenico Andreis, Bruno Carli e il braidese Claudio Gallizio) ha deciso, in un’ottica di “spending review” volta a contenere i costi fissi di struttura, la riduzione del proprio compenso e di quello del e il Collegio sindacale. del 50% a partire dal 1 gennaio 2013; inoltre ha convocato un’assemblea straordinaria degli azionisti per martedì 5 febbraio alle 10 nella sala conferenze della Camera di commercio di Cuneo. L’assemblea approverà il piano industriale  che contiene una serie di iniziative di significato strategico e di impatto per la crescita della provincia. Fra queste figurano il progetto del centro logistico-intermodale di Mondovì tramite la società Plim e l’ingresso nella Società Cooperativa Corilanga per gli impianti di produzione della “Nocciola Piemonte.”

Attualmente Fingranda, agenzia di progettazione e sviluppo che opera in stretta collaborazione con le istituzioni e le realtà del territorio, è controllata dalla finanziaria regionale Finpiemonte partecipazioni e conta una settantina di soci, tra fondazioni bancarie, Comuni ed enti montani, partner privati, associazioni di categoria, cooperative e banche.

Banner Gazzetta d'Alba