4.000 euro a tutela dei servizi on line

Unione di Comuni Roero: tartufo e Arneis. La protezione del patrimonio informativo pubblico è fondamentale; così occorre valutare l’effettiva criticità dell’interruzione dei servizi al cittadino e progettare soluzioni per garantire la continuità degli stessi, in caso di eventi disastrosi. Le amministrazioni pubbliche devono, per legge, predisporre un piano di continuità operativa.

I Comuni di Santo Stefano, Monteu Roero e Vezza, che hanno formato l’unione Roero: tartufo e Arneis, hanno deciso di adeguarsi agendo insieme. Hanno dato un incarico alla ditta Cnr di Alba per un totale di 4 mila euro.

Il piano dà indicazioni ai Comuni disponendo l’insieme delle attività e delle politiche da adottare per assicurare la continuità nel funzionamento dell’organizzazione, prevede misure di reazione e risposta a eventi imprevisti che possono compromettere il funzionamento dei servizi tecnologici utilizzati per svolgere le funzioni istituzionali. L’unione, che ha come capofila Santo Stefano Roero, da anni ha deciso di associare amministrazione generale, Polizia locale, Protezione civile e catasto. I Comuni dovranno aprire sui propri siti la sezione “trasparenza, valutazione e merito” dove inserire i bilanci e i rendiconti, gli incarichi professionali e i fondi incentivanti per il personale.

r.b.

Banner Gazzetta d'Alba