Operazione Langa pulita contro la maleducazione

DOGLIANI Domenica 21 aprile si è ripetuta la giornata ecologica “Langa pulita”, organizzata dalla Protezione civile di Dogliani. I volontari si sono messi all’opera, nonostante il maltempo, per ripulire diverse banchine stradali lungo le vie verso Monchiero, Farigliano e Belvedere Langhe.

Come ogni anno tanti sono stati i rifiuti recuperati nel corso dell’operazione, dagli oggetti gettati distrattamente dai finestrini delle auto fino a sacchetti di immondizia intenzionalmente abbandonati. L’operazione di ripulitura, oltre ad avere un valore di educazione civica e di ripristino dell’estetica del paesaggio, ha anche un’importante efficacia di prevenzione ambientale perché molti di questi rifiuti ostruivano canali di scolo delle acque e tombini. Quest’anno hanno partecipato all’operazione anche gruppi di protezione civile di Comuni limitrofi, come Farigliano e Somano.

Gli organizzatori, oltre a rilevare in positivo la diminuzione dei rifiuti raccolti e ringraziare quanti hanno partecipato all’operazione, fanno appello ai cittadini perché attuino comportamenti preventivi. «È necessario che tutti inizino a collaborare nei modi più opportuni. Continueremo a organizzare incontri, cercando di coinvolgere i privati e le categorie produttive per procedere nello smaltimento dei rifiuti secondo le modalità previste dai regolamenti comunali », commentano gli assessori all’ambiente e alla protezione civile, Attilio Pecchenino e Barbara Ferrero. «Voler bene a Dogliani», concludono gli esponenti dell’Amministrazione, «non significa che solo il Comune deve provvedere alla pulizia; anche i cittadini devono collaborare, evitando innanzitutto di gettare mozziconi, cartacce e altra sporcizia, e almeno una volta all’anno, partecipare a tali iniziative».

Miranda Ciravegna

Banner Gazzetta d'Alba