Caccia: scontro tra Coldiretti e Atc

Scoppia la polemica tra agricoltori e Atc sulla gestione della caccia e il problema dei danni agricoli causati dagli animali selvatici. Nei giorni scorsi Coldiretti Cuneo ha ritirato i propri rappresentanti dal Comprensorio Alpino Cn-6 (Valli monregalesi) e dall’Ambito territoriale di caccia Cn-5 (Cortemilia) sostenendo che le problematiche della gestione del territorio sono irrisolte da anni nonostante le richieste e le sollecitazioni. Secondo l’Associazione agricola «Stiamo assistendo al fallimento pressoché totale della gestione del territorio. Abbiamo ricevuto tante promesse salvo poi vedere, con il comportamento delle squadre dei cacciatori, l’esatto contrario».  Il presidente dell’Atc cortemiliese Carlo Rocca, replica: «I problemi ci sono, ma non è ritirando i propri rappresentanti che si risolvono». Intanto, Confagricoltura Cuneo ha consegnato all’assessore regionale all’Agricoltura Claudio Sacchetto un documento con le proposte per una miglior gestione della caccia sul territorio, frutto di un lavoro portato avanti per oltre tre mesi, con sopralluoghi e incontri sul territorio e consultando tutte le parti interessate. Maggiori approfondimenti sul problema (che tocca anche l’astigiano) su “Gazzetta” in edicola martedì 4.

Banner Gazzetta d'Alba