San Giovanni. Una festa per le famiglie

ALBA Torna, e con un nutrito programma di iniziative, la tradizionale festa di San Giovanni di Alba, che richiama sempre un grande numero di cittadini ed è organizzata dalla Parrocchia e dall’associazione culturale San Giovanni. Questa edizione vede tra gli organizzatori anche la compagnia Il ciabotto di Novello.

«Abbiamo arricchito il programma – spiega AttilioCammarata, presidente del Comitato di quartiere – per creare più momenti, e in allegria, di aggregazione e socializzazione. In questo momento di crisi come l’attuale, abbiamo pensato ad una festa dedicata soprattutto all’incontro fra le famiglie e i bambini».

Si comincerà giovedì 13 giugno, con un pomeriggio e una serata per i bambini, nel primo giorno delle vacanze estive. Alle 17 è in programma un laboratorio espressivo dal titolo Un rotolo di colori ispirato alla pittura industriale di Pinot Gallizio. A seguire i bambini da 6 a dieci anni nei disegni sarà Mariella Boffa, docente di tecniche artistiche e arte terapeutica. Un lungo rotolo di tela si svolgerà per accogliere disegni, colori ma anche odori, aromi eemozioni create attraverso l’uso di materiali che coinvolgono tutti e cinque i sensi. L’animazione sarà a cura della compagnia Il ciabotto. Seguirà la performance di teatro danza con la compagnia Scirò, che presenterà Altermine del mai alla fine del sempre, diretto daDaniela Febino e Vincenza Ferrarella.

Alle 21 lo spettacolo La scuola dei grandi a cura della compagnia Il ciabotto con Andrea Borgogno e Veronica Gallo. Si tratta di uno spettacolo «liberatorio» che mette in scena la scuola in cui la severa maestra Rita e il signor Osky, allievo un po’ testone, ricordano come diventare grandi per alcuni voglia dire diventare delle persone serie, mettere la testa a posto e smettere di fare i bambini, spesso dimenticando le cose che ci fanno stare bene. Ma esiste una scuola libera e gratuita… Veronica, attrice laureata in relazioni internazionali e tutela dei diritti umani, e Andrea, attore e presidente del Ciabotto, svolgono da anni un lavoro di ricerca e produzione teatrale ispirato alla pedagogia del clown secondo Pierre Byland e Giovanni Foresti.

La festa riprenderà giovedì 20 giugno alle 21 con il concerto dei Freetime e venerdì 21 alle 21 con quello dei Barons Court. Sabato 22 giugno alle 21 in San Giovanni il concerto Uno sguardo al cielo con il coro parrocchiale di San Giovanni dedicato a Margherita Massobrio Bongioanni e Mariuccia Borio. Musica eseguita con organo e archi. Domenica 23 giugno seguirà un pomeriggio dedicato ai bambini con il Gran varietà della compagnia Il ciabotto e il laboratorio espressivo. Alle 18 sarà celebrata la Messa in San Giovanni. Alle 21 andrà in scena la commedia musicale Tre padri per una sposa, liberamente tratta dal film Mamma mia dalla compagnia Piccolo teatro di Bra.

La festa si concluderà venerdì 28 giugno con il concerto dei Freebird alle 21.

Bruna Bonino

Banner Gazzetta d'Alba