Lauree all’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo

UNIVERSITÀ Sono nove gli studenti che mercoledì 30 ottobre hanno discusso la tesi di laurea triennale in Scienze gastronomiche all’Università di Pollenzo e provengono da Italia (Lombardia, Lazio, Piemonte, Trentino), Svizzera e Norvegia. Ecco i loro nomi e i titoli delle loro tesi.

Daniela Bieder, 23 anni da Lucerna (Svizzera), ha discusso la tesi dal titolo “The effect of the beholder: a cataloguing of aesthetics in professional food photography”, relatore prof. Nicola Perullo.

Gianluca Capedri, 22 anni da Cesano Maderno (Mi), ha discusso la tesi dal titolo “La Merenda italiana. Analisi storica e progetto ristorativo”, relatore prof.ssa Antonella Campanini.

Marcello Gallotti, 30 anni da Roma, ha discusso la tesi dal titolo “Analisi del Codice gastrologico economico”, relatore prof.ssa Antonella Campanini.

Sonia Gambino, 21 anni da Milano, ha discusso la tesi dal titolo “I palmenti dell’Etna. Passato presente e futuro dei palmenti etnei e ipotesi di recupero a fini produttivi del Palmento Santo Spirito”, relatore prof. Giuseppe Zeppa.

Isabelle Schoebi, 23 anni da Winterthur (Svizzera), ha discusso la tesi dal titolo “Raeuschling, a local grape variety from Zurich”, relatore prof. Yann Grappe.

Eva Fachino, 22 anni da Fossano, ha discusso la tesi dal titolo “Ars nova nei banchetti rinascimentali”, relatore prof.ssa Antonella Campanini.

Martin Haaskjold Inderhaug, 23 anni da Bergen (Norvegia), ha discusso la tesi dal titolo “How local initiatives can transform conventional food systems. The case of Matgalleriet in Bergen (Norway)”, relatore prof. Bruno Scaltriti.

Elena Pasero, 22 anni da Torino, ha discusso la tesi dal titolo “L’innovazione del marketing nel settore alimentare, con particolare attenzione all’ambito vitivinicolo piemontese”, relatore prof.ssa Danielle Borra.

Martina Spreafico, 22 anni da Bolzano, ha discusso la tesi dal titolo “Il mercato tradizionale su Internet, il caso di Ciboprossimo” relatore prof. Paolo Corvo.

Hanno discusso la tesi di laurea magistrale in Promozione e gestione del Patrimonio gastronomico e turistico due studentesse provenienti da Emilia Romagna e Piemonte.

Marcella De Vita, 31 anni da Imola (Bo), ha discusso la tesi dal titolo “L’affinatore di formaggi: un designer contemporaneo tra tradizione e innovazione”, relatore prof. Nicola Perullo.

Silvia Dal Molin, 25 anni da Baveno (Vco), ha discusso la tesi dal titolo: “Imprese food and social media. I vantaggi economici offerti dai nuovi  mezzi di comunicazione”, relatore prof. Valter Cantino.

Banner Gazzetta d'Alba