Corso di perfezionamento in Beni culturali in vista dell’Expo 2015 a Milano

Marinella Carosso
Marinella Carosso

L’Expo 2015, uno dei più grandi eventi espositivi del mondo: attesi 24 milioni di visitatori, 138 Paesi espositori, tre miliardi e mezzo di investimenti. Uno il tema: l’alimentazione. A Milano tra poco più di un anno l’opportunità turistica e economica  sarà ghiotta, soprattutto per l’albese,  che ha  l’enogastronomia e la tradizione alimentare tra i suoi punti di forza. Perciò la città si attrezza.

Il centro culturale San Giuseppe, in collaborazione con l’Università Bicocca di Milano, ha organizzato un sentiero preparatorio per chi è interessato a lavorare in Expo 2015: il corso di Perfezionamento in Beni Culturali Antropologici inizierà a Milano il 2 aprile e si concluderà il 9 luglio. La presentazione è in programma per venerdì 17 gennaio, alle 17.30 nella chiesa di San Giuseppe, ad Alba.

Spiega Roberto Cerrato, presidente del Centro San Giuseppe, «il corso è strutturato in una lezione settimanale di quattro ore (ogni mercoledì pomeriggio) per un totale di 64 ore. Una sola lezione sarà di 8 ore, per un totale di 15 lezioni. Il corpo docente sarà composto da nominativi di rilievo internazionale, tra cui Vito Lattanzi del Museo Pigorini di Roma, Jean-Louis Tornatore dell’Université de Bourgogne di Dijon (Francia), Michael Herzfeld della Harvard University di Cambridge (USA), Marinella Carosso e Ivan Bargna dell’ Università di Milano-Bicocca». È  Carosso a spiegare: «Il nostro obiettivo è fornire conoscenze aggiornate e dinamiche attraverso una visione allargata dei Beni culturali etnoantropologici, aperta al dialogo sia con il territorio (regionale e nazionale) che con l’attualità internazionale. Del tutto rinnovato, il percorso didattico dell’edizione 2014 prevede tre moduli sull’antropologia dell’alimentazione: argomento di grande attualità, che sarà inquadrato nella cornice concettuale del patrimonio materiale e immateriale, con uno sguardo rivolto alla valorizzazione della realtà territoriale lombarda. Laboratorio di idee, questo corso è un luogo di incontro, dibattito, scambio per addetti ai Beni culturali ma anche per il nuovo bacino di futuri operatori interessati alle professioni della cultura e del turismo».

Per le iscrizioni è possibile consultare il bando sul sito www.unimib.it, nella sezione Dopo la laurea: perfezionamento e aggiornamento. La domanda di ammissione è da presentare entro il 14 febbraio. Unico requisito: possedere almeno una laurea di primo livello. Il costo del corso è compreso tra gli 800 e i mille euro, a seconda della tipologia di iscrizione. Expo 2015 si avvicina: una miniera d’oro per i lungimiranti, una possibilità di crescita in periodo di stagnazione e profonda carenza di strutture in grado di sostenere lo slancio al divenire.

Matteo Viberti

Banner Gazzetta d'Alba