Collisioni porta a Bra Dario Fo con Fuga dal Senato

Aspettando Collisioni, la rassegna che prepara ai giorni di Barolo – con i “botti”, annunciati da pochi giorni, di Neil Young e Deep purple – dal 18 al 21 luglio, riparte con una serie di incontri e spettacoli. Il più “grosso” sarà a Bra, per l’“evento speciale” con il premio Nobel Dario Fo, che domenica 16 febbraio, alle 16, porterà nel palazzetto Brasport – in via Garbotto, vicino al cimitero – lo spettacolo In fuga dal Senato, tratto dall’ultimo libro di Franca Rame. Interverrà anche Carlo Petrini. L’ingresso costerà dieci euro (biglietti disponibili nel circuito PiemonteTicket dal pomeriggio di martedì 7 gennaio).

 

Lo spettacolo di Fo è compreso nel progetto Ti regalo un libro: Collisioni, grazie alla collaborazione con Chiarelettere, distribuirà nelle scuole della provincia più di 400 copie gratuite del libro dell’attrice, compagna storica del drammaturgo morta a maggio. I ragazzi delle scuole in collaborazione con gli istituti che aderiranno al progetto entreranno gratuitamente.

«Franca», scrive Fo, «la donna con la quale ho trascorso quasi tutta la mia vita e che da qualche mese mi ha lasciato, ha detto e ripetuto, nei suoi scritti e negli interventi sia in teatro che in dibattiti pubblici, che noi stiamo vivendo in una società il cui programma fondamentale è: disinformare. Cioè attraverso la gran parte degli interventi televisivi, radiofonici, giornalistici, arrivare a ubriacare un pubblico a forza di fandonie e notizie scandalistiche a effetto per giungere a ipnotizzare la gente dentro una caterva di interventi banali, vuoti di ogni valore culturale e soprattutto manipolati, cioè falsi. Perciò Franca ha voluto lasciare soprattutto ai giovani e in particolare alle donne questo scritto, frutto di un’esperienza che parte dalla sua giovinezza, dalle lotte sociali, gli interventi contro lo sfruttamento del lavoro spesso mafioso, contro le guerre di conquista camuffate da battaglie per la pace ma tempestate di cadaveri… Fino alla sua ultima esperienza, quella in Senato, e alle sue sofferte dimissioni». Una testimonianza dai risvolti comici ricca di nomi, storie e circostanze e portata in scena da Fo con tre giovani attori: Maria Chiara Di Marco, Roberta De Stefano e Jacopo Zerbo, sul testo curato da Francesco Emanuele Benatti. La prima serata in ordine cronologico sarà però martedì 21 gennaio, alle 21, nell’auditorium della Cassa di risparmio di Bra, in via Principi di Piemonte: Alessandro Cecchi Paone presenterà Le ragioni dell’altro e dialogherà con il giornalista del Catholic Herald e scrittore Paolo Gambi. Una disputa sulle grandi questioni dell’esistenza e del vivere civile per delineare le ragioni del pensiero laico e del pensiero religioso. L’incontro, con ingresso gratuito, è stato allestito in collaborazione con il Comune.

Dario Fo
Dario Fo

Venerdì 24 gennaio, alle 21, l’ospite sarà Mario Calabresi, direttore della Stampa, per la presentazione, nel teatro Salomone di Cherasco, di Ad occhi aperti, un libro che ha raccolto interviste realizzate a fotografi che hanno fatto la storia del giornalismo, rappresentandone l’essenza: andare a vedere, capire e testimoniare con immagini i momenti più intensi e drammatici.

La rassegna proseguirà con altri nomi di peso. Alcuni dei quali già ospiti in passato di appuntamenti seguiti da Collisioni: sono attesi Marco Travaglio (1° febbraio), lo psichiatra Paolo Crepet, Serge Latouche, e tanti altri.

Banner Gazzetta d'Alba