Il ministro Lupi: «L’autostrada Asti-Cuneo va completata. Snodo strategico per turismo e imprese»

ALBA Durante la visita in provincia di Cuneo, effettuata lunedì 10 febbraio, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi è stato ad Alba, dove ha incontrato una delegazione di carrozzieri (che protestano contro la riforma sull’Rc auto che a loro avviso favorirebbe le assicurazioni e le officine convenzionate) e ha parlato dell’autostrada “Asti-Cuneo”. Ecco le parole del Ministro, raccolte dal nostro inviato Maurizio Bongioanni: «L’autostrada Asti-Cuneo è strategica per questo territorio, che ha per punti di forza un’importante presenza industriale e il turismo, improntato sull’agroalimentare di qualità. Bisogna sbloccare il completamento dei lotti dell’autostrada “Asti-Cuneo” in modo da rendere completamente fruibile tutta la tratta e il collegamento alle altre autostrade. Il sistema delle imprese italiane paga un gap di competitività a causa della mancanza di infrastrutture. Si stima che le imprese del nostro Paese, piccole, medie o grandi che siano, debbano per queste carenze affrontare costi aggiuntivi per circa il 20-25 per cento. La realizzazione delle opere già programmate e per di più strategiche è un impegno fondamentale. Mi sono state fatte nuove segnalazioni sull’autostrada e nei prossimi giorni effettueremo ulteriori verifiche, con una collaborazione tra il Ministero delle Infrastrutture e il Ministero dell’Ambiente in modo da dare risposte fattive. Analizzerò alcune relazioni che mi sono state consegnate e poi si potranno fissare delle date per la prosecuzione del progetto».

Banner Gazzetta d'Alba