Piemonte, prosegue la crisi del settore edile

ECONOMIA Il 93,8% delle imprese edili piemontesi prevede una riduzione del fatturato o non segnala variazioni, mentre solo per il 6,2% ci sarà un aumento. Il 43,7% ridurrà l’occupazione, sono in calo gli investimenti. Emerge dall’indagine di Ance Piemonte sul secondo semestre. «La situazione continua a essere molto critica e nel 2014 non si potrà parlare di ripresa. Apprezziamo gli sforzi della politica ma sono solo piccoli passi non ancora sufficienti», commenta il presidente Giuseppe Provvisiero.

Ansa

Banner Gazzetta d'Alba