Alluvione 1994, il lavoro prezioso degli operai Ferrero

ALBA Un’occasione per discutere e ricordare il sacrificio degli operai Ferrero che pale alla mano, lavorando giorno e notte, permisero al colosso albese di riprendere la produzione a distanza di quindici giorni dall’alluvione del novembre 1994. Sarà questo l’obiettivo del convegno organizzato dalla Flai Cgil giovedì 6 novembre, alle 16, nella nuova sala Beppe Fenoglio del complesso della Maddalena. “Alba: il lavoro prezioso, vent’anni dopo l’alluvione del Tanaro” è il titolo dell’incontro durante il quale saranno proiettate immagini e filmati dall’archivio della Rai. Parteciperanno al dibattito: Stefania Crogi segretario generale nazionale di Flai Cgil, Giancarlo Pelucchi di Flai Cgil Piemonte, Marco Ricciardi segretario della camera del lavoro di Cuneo e Alberto Valmaggia, ex sindaco di Cuneo, ora assessore regionale. A dialogare con loro il sindaco di Alba Maurizio Marello e le voci degli operai della Ferrero che racconteranno l’esperienza del 1994, dal baratro e dallo spettro di una chiusura dello stabilimento albese alla definitiva rinascita e riapertura delle linee di produzione in appena due settimane.

Marcello Pasquero

incontro-alba-20-anni-alluvione-operai-ferrero

Banner Gazzetta d'Alba