“Apriamo strade impossibili”, arriva ad Alba il musical di don Mazzi e Juppiter

ALBA Sono ancora disponibili alcuni biglietti gratuiti: vanno ritirati allo sportello di Gazzetta d’Alba in piazza San Paolo 14. L’ultimo appuntamento del 2014 organizzato da Gazzetta d’Alba e Società San Paolo, in collaborazione con l’ente per il turismo Alba, Bra, Langhe e Roero e la Regione Piemonte, è fissato per il 15 novembre presso il teatro “Giorgio Busca” di Alba con don Antonio Mazzi e i ragazzi dell’associazione Juppiter. Il centenario della Famiglia Paolina sarà ancora una volta l’occasione per richiamare il tema della comunicazione che fu centrale nell’opera del fondatore, don Giacomo Alberione.

volantino-musical-don-mazzi-alba-novembre2014Sul palco della sala “Michelangelo Abbado” alle 21 il musical “Apriamo strade impossibili” proverà a tradurre con musica, movimento e riflessioni il bisogno di “aprire” le vie comunicative che ognuno ha dentro di sé. Lo spettacolo è nato dalla convinzione che la storia sia dei piccoli, degli sconosciuti, di quelli che don Antonio chiama gli “scartini”; ed è una storia in cui non contano i titoli, le etichette, i giochi di potere, ma le relazioni e la consapevolezza che abbiamo bisogno gli uni degli altri. «Diversamente è l’avverbio chiave per educatori, credenti, cittadini che scelgono di mettersi in gioco, creando percorsi impegnativi e controcorrente. Allora non esiste l’impossibile, l’irrazionale, il misterioso», spiega infatti don Mazzi, in scena ad Alba con i suoi ragazzi.

Gli strumenti per raccontare questi temi saranno artistici: musica, danza, drammatizzazione, poesia, nell’interpretazione del team di Juppiter, un “pezzo” di Exodus che da oltre venti anni si occupa di aggregazione e di promozione sociale, utilizzando i linguaggi più vicini ai giovani.

Chi non avesse ritirato il biglietto gratuito può recarsi direttamente al teatro sociale “Busca” con un po’ di anticipo rispetto all’inizio del musical.

Banner Gazzetta d'Alba