Fakebook, comunicare è reale o virtuale?

ALBA Sabato 8 novembre, alle 18.30, al Centro giovani H Zone di Alba, serata di presentazione dello scambio internazionale “Fakebook: comunicare è reale o virtuale?”. A seguire aperitivo musicale con dj set di giovani locali e, a partire dalle 21, concerto del gruppo reggae Small Axe e dj set a cura di Dish, Bombola e Dj Sack.

progetto-fakebook-alba2014

Lo scambio “Fakebook”, promosso sul territorio dalla cooperativa sociale Orso, si è tenuto a Trakai, una cittadina a circa 30 km da Vilnius in Lituania, dal 22 al 29 settembre. Otto giorni di condivisioni, scoperte e confronti che hanno visto il coinvolgimento di giovani provenienti da cinque paesi: Italia, Lituania, Lettonia, Romania e Turchia. Da Alba otto ragazzi, tra i 16 e i 20 anni: Simone Mita, Simone Cavallo, Rosa Fracassi, Giorgia Boarino, Marta Salomone, Lorenzo Rolfo, Luigi De Giorgi e Damiano Cavagnero, accompagnati dall’educatrice Alice Riccardi, hanno partecipato attivamente al progetto che ha avuto come tema principale “la comunicazione”.

Il tema è stato elaborato e condiviso attraverso il vissuto dei singoli partecipanti, in particolare osservando come vengono usati quotidianamente i social network, gli strumenti e le tecniche multimediali. Successivamente è stata data la possibilità ai ragazzi di collaborare ed esprimersi in un ambiente reale, prendendo consapevolezza che le reti sociali e internet sono uno dei tanti strumenti che aiutano a interagire, utili soprattutto quando non c’è la possibilità di incontrarsi, ma non necessariamente la principale via di comunicazione. Attraverso workshop informativi si è anche affrontato il tema dei vantaggi della tecnologia dell’informazione e delle reti sociali, trovando nuove modalità di utilizzo. Le attività dello scambio hanno permesso ai giovani di sviluppare nuove competenze attraverso la pianificazione di attività, l’approfondimento di tematiche rilevanti per la loro crescita e la scoperta di nuove culture, abitudini e stili di vita attraverso il confronto con i pari provenienti da altri Paesi.

Banner Gazzetta d'Alba