Leopolda del vino, proposte per una politica seria e concreta

simona-bonafe-grinzane-novembre2014GRINZANE CAVOUR «Iniziative come queste sono un esempio di come in Italia si possa ancora credere nella buona politica, quelle delle cose giuste e concrete, delle proposte e delle idee che hanno come scopo il bene comune e la volontà di ricostruire quel senso civico che il nostro paese sembrava aver perso e che oggi cerchiamo di recuperare con un intenso ed efficace processo di riforme capace di ridare competitività e slancio al lavoro e all’economia della nostra nazione». Con queste parole Simona Bonafè (foto), l’europarlamentare del Pd più votata d’Europa alle elezioni del maggio scorso, ha chiuso ieri (domenica 23 novembre), la prima Leopolda dei territori del vino tenutasi a Grinzane Cavour. Un grande successo di immagine e di pubblico per gli organizzatori del Pd del vino che alla loro prima uscita hanno fatto registrare il tutto esaurito nella grande sala convegni del castello sede dell’Enoteca Regionale Piemontese Cavour.

Presentati da Marta Giovannini e Ginetto Pellerino, si sono alternati al microfono produttori vinicoli, imprenditori, amministratori, docenti universitari, politici e tanti cittadini che hanno presentato le loro idee e proposte per una politica concreta e seria che premi il lavoro e il merito e non le clientele. Si è parlato molto di vino e di tutela del paesaggio vitivinicolo ma anche di fondi strutturali europei, di semplificazione legislativa, di infrastrutture, di salvaguardia del territorio, di scuola, di servizi, di competitività delle piccole-medie imprese e di molto altro.

Con loro si sono confrontati il viceministro alle politiche agricole Andrea Olivero, l’assessore regionale all’agricoltura Giorgio Ferrero, l’onorevole Francesco Bonifazi, tesoriere del Partito democratico e stretto collaboratore del premier Matteo Renzi, Simona Bonafè e il giornalista del Corriere della Sera Aldo Cazzullo. Dal dibattito sono emerse importanti indicazioni per chi è interessato ad accedere ai fondi europei per nuovi investimenti e informazioni significative sulle procedure di richiesta. Tutti gli interventi sono stati molto apprezzati perché realistici e concreti nell’ottica della semplificazione, del rinnovamento e del cambiamento vero portato avanti dal governo di Matteo Renzi.

Banner Gazzetta d'Alba