L’albese Andrea Matis all’Eredità di Rai Uno

anrea-matisALBA Andrà in onda stasera, mercoledì 3 dicembre, dalle 18.40, la puntata dell'”Eredità”, popolare quiz show televisivo di Rai Uno, che ha per concorrente il ventisettenne Andrea Matis (foto), volto noto per molti albesi grazie alla sua innata simpatia e all’impegno nel volontariato: dal gruppo “Sbandieratori e Musici Borgo Moretta” al ruolo nel direttivo del comitato Csi locale.

Andrea racconta a Gazzetta d’Alba la propria esperienza, svelando il dietro le quinte di un programma televisivo seguito ogni sera da milioni di italiani: «Che sorpresa aver ricevuto la telefonata della produzione per poter prendere parte alla registrazione di una puntata. Pare che mi abbiano chiamato per la mia euforia e per il fatto che, essendo albese, avrei potuto portare a Roma tanta Nutella».

Prosegue Andrea: «Ho chiesto di essere accompagnato dalla mia ragazza, Vanessa. Dopo una notte passata in hotel vicino agli studi Rai, nella quale ho potuto conoscere gli altri concorrenti, sono stato trasferito in Via Nomentana. Lì ho superato i tornelli dei controlli e ho messo piede nel corridoio che porta a vari studi televisivi, tra cui quello de “La Prova del Cuoco”. Espletate le formalità burocratiche, sono entrato nel camerino dove ho incontrato Roberta, angelo custode per tutta la giornata, che ha esordito comunicando che c’è stato un problema tecnico e che la registrazione sarebbe stata posticipata. “Iniziamo bene”, penso. Intanto faccio conoscenza degli altri concorrenti, tutte persone normalissime che, come me, sono a Roma semplicemente per giocare e non per vincere. Scelti gli abiti da indossare incontro Alessandro e Rosa, rispettivamente addetti al “trucco e parrucco”. Ho chiesto un “trucco leggero” perché non volevo avere la fronte troppo luminosa e un parrucco “all’indietro” per far finta di avere ancora tanti capelli. Successivamente ho raggiunto l’ufficio degli autori del programma che mi hanno illustrato una scaletta da seguire durante la presentazione personale. Pensavo di poter parlare a ruota libera e di avere più tempo per descrivermi».

«Dopo aver parlato con i concorrenti eliminati nella prima puntata – conclude Andrea – tocca a noi: entriamo nello studio, che visitiamo in modo da “prendere le misure”. Solo in quel momento mi accorgo di essere veramente nella postazione che ho sempre visto da casa: è stata una sensazione bellissima. Mi accorgo anche che la plancia dietro al monitor dei concorrenti è estremamente piccola per uno robusto come me: quindi mi ammonisco di fare attenzione a non inciampare durante la registrazione. Arriva il momento del microfono; poi l’incontro con il conduttore, Fabrizio Frizzi, che è proprio come l’avevo immaginato: alto, spigliato e sorridente. Ci rassicura sulle domande esclamando: “Tanto le sapete tutte!”. Due brevi indicazioni da parte della nostra Roberta: “Fabrizio! Fabrizio! Dovete guardare sempre e solo Fabrizio!” e si va in scena, sigla iniziale e inizia l’avventura».

Per scoprire come è andata a finire basta sintonizzarsi su Rai Uno stasera, mercoledì 3 dicembre, dalle 18.40 e fare il tifo per Andrea.

Marcello Pasquero

Banner Gazzetta d'Alba