A tavola con gusto, anche con una stomia

BRA Avere una stomia, cioè una nuova derivazione dell’intestino può avere ripercussioni sulla nutrizione ogni giorno e togliere i piaceri della tavola? A questa domanda tenterà di rispondere l’incontro organizzato sabato 23 maggio all’Università di scienze gastronomiche a Pollenzo, da Slow good e dall’Aioss (l’ Associazione italiana di infermieri stomaterapisti) rivolto ai pazienti portatori di stomia e ai loro familiari guidati dall’esperienza di professionisti del settori, soprattutto per quanto riguarda i consigli dietetici. Dall’esperienza di Slow food i pazienti e i loro familiari saranno guidati anche dai Laboratori del gusto per un’ esperienza di educazione sensoriale. L’incontro inizierà verso le 9.30-10 presso i locali dell’Università e terminerà verso le 14.30. Per chi volesse partecipare può rivolgersi al numero 800-064.064 oppure presentarsi il giorno dell’incontro. La partecipazione è gratuita.

a tavola con gusto

Lino Ferrero

Banner Gazzetta d'Alba