RotoAlba, il proprietario Veneziani indagato per bancarotta

ALBA Stando a quanto riporta la versione online de Il fatto quotidiano, la Procura di Asti avrebbe iscritto nel registro degli indagati l’imprenditore Guido Veneziani per le vicende legate alla RotoAlba, la storica stamperia albese tristemente destinata al fallimento. Il capo di imputazione sarebbe bancarotta fraudolenta. Il provvedimento pare essere arrivato dopo un sopralluogo della Guardia di finanza di Cuneo durante il quale erano stati sequestrati alcuni computer e libri contabili dell’azienda. La Procura ora verificherà le eventuali responsabilità di Veneziani nel crollo della RotoAlba.

Nonostante gli ultimi sviluppi, i vertici del Pd non hanno ancora preso una netta posizione nei confronti di Veneziani, loro socio nel tentativo di rilancio dell’Unità. Ma qualcosa, forse anche dopo la lettera aperta inviata dal centro-sinistra albese, si sta muovendo: sempre Il fatto quotidiano riporta che nel Cda del 22 maggio, alla presenza del tesoriere nazionale del Pd Francesco Bonifazi, Veneziani ha presentato le sue dimissioni da presidente e accettato di ridurre le sue quote nello storico quotidiano fondato da Antonio Gramsci.

Banner Gazzetta d'Alba