Il giocattolo si crea a scuola

SALUZZO Si è svolta la premiazione del progetto “Il banco della meccanica” promosso da Confindustria Cuneo in occasione del secondo Meeting della meccanica. Il progetto ha coinvolto circa 200 bambini di cinque scuole elementari della provincia che si sono cimentati nella costruzione di un giocattolo attraverso un kit costituito da materiali semplici e di vario tipo quali legnetti, elastici, tondini di ferro. Fra le scuole partecipanti al progetto, la scuola primaria di Monforte che ha aderito con tre classi si è aggiudicata il secondo premio con la III A A, che ha realizzato il progetto di una casa, dimostrando capacità di innovazione e ricchezza di dettagli mentre gli alunni della IV A, sempre di Monforte, hanno ottenuto il terzo posto con l’aereo “vola-no” apprezzato dalla giuria per la complessità progettuale e l’utilizzo dei materiali oltre al bel gioco ironico nel nome. In tutto la scuola langarola si è aggiudicata 350 euro.

scuola monforte 3

 

«Le classi terze quarte e quinte della scuola, nell’ambito dell’iniziativa Il banco della meccanica, si sono cimentate in un laboratorio di tecnologia molto interessante. I bambini in piccoli gruppi sono stati impegnati in un compito di costruzione di un giocattolo. Rispondendo appieno al naturale desiderio di costruire e creare, di sperimentare con le mani usando il pensiero, tutti i 60 alunni si sono cimentati nella sfida dimostrando interesse e passione nella realizzazione del lavoro. Guidato dalle insegnanti Brunella Montepeloso, Giuliana Rabbia e Sara Berrino, il laboratorio ha consentito di acquisire competenze progettuali, di sviluppare intraprendenza e spirito di collaborazione, di cercare soluzioni a problemi sfidanti in modo attivo e propositivo, valorizzando una didattica laboratoriale centrata sull’acquisizione pratica di concetti quali bisogno, problema, risorsa, processo, prodotto», afferma il dirigente scolastico Pierluigi Rocca.

a.r.

Banner Gazzetta d'Alba