Taste & sound al castello di Grinzane Cavour

GrinzaneCavour_castelloLANGHE-ROERO.  Taste&Sound, in programma dal 5 al 14 giugno, con la direzione artistica di Matteo Negrin, rappresenta un esperimento di valorizzazione territoriale trasversale sui temi del paesaggio, del vino e della musica, promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo della Regione, dalle ATL Langhe Roero, Asti Turismo e Alexala, e organizzato dall’Ente Fiera Internazionale Tartufo Bianco d’Alba. Gli otto concerti principali del Festival si svolgeranno nelle core zone Unesco, in cui il vino, la tradizione, l’architettura naturale e umana incontrerà la musica jazz, classica e popolare, seguiti da pregevoli momenti di degustazione (info su www.tastesound.it).

“Il riconoscimento Unesco delle colline di Langhe-Roero e Monferrato rappresenta una grande occasione di promozione per il Piemonte – ha dichiarato Antonella Parigi, Assessore alla Cultura e Turismo della Regione – Nei dieci anni successivi al conseguimento del titolo, i siti Unesco nel mondo hanno registrato un incremento del turismo da tre a sei volte. Una crescita che va sostenuta, però, con azioni mirate e Taste&Sound costituisce la prima attività di promozione in questa direzione, inserita in un progetto più ampio. Dopo questa prima fase sperimentale, infatti, nel 2016 lavoreremo a un grande evento di richiamo turistico nazionale ed internazionale, per promuovere l’alta cultura del vino di Langhe Roero e Monferrato grazie alla quale il territorio ha ottenuto il riconoscimento di Patrimonio Mondiale dell’Umanità”.

Il calendario si aprirà venerdì 5 alle 21, presso il Castello di Grinzane Cavour (Cuneo), con l’esibizione Wen-Sinn Yang, una delle personalità artistiche più apprezzate nel mondo del violoncello; sabato 6, alle 18 a Cordero di Montezemolo, presso l’Azienda Agricola Monfalletto il Signum Saxophone Quartet conquisterà il pubblico; domenica 7, alle 18, nella Sala delle Stelle del Palazzo Comunale di Canelli (Asti), Gabriele Miramassi e Roberto Taufic presentano “Um Brasil diferente”, rilettura del repertorio brasiliano di canzoni e pezzi strumentali di varie epoche; mercoledì 10, alle 21, presso l’Ecomuseo della Pietra dei Cantoni (Alessandria), suonerà il chitarrista Giorgio Mirto accompagnato dalla voce di Celeste Gugliandolo; giovedì 11, alle 21, al Castello di Coazzolo (Asti) un’originalissima fusione tra jazz, suggestioni classiche, rivisitazioni di Kurt Weill, echi di musica popolare da tutto il mondo con l’orchestra Da Tre Soldi; venerdì 12, alle 21, al Tra Terra e Cielo – Castello di Moasca (Asti), la Bandakadabra offrirà uno spettacolo ironico e surreale, dove la musica si unisce all’improvvisazione, al cabaret e all’arte di strada; sabato 13, alle 21, alla Cascina La Court di Castelnuovo Calcea (Asti), Gianluigi Trovesi e Gianni Coscia reinventano musica colta e popolare, folk e jazz; domenica 14, alle 18, nell’Azienda Agricola Martinenga (Cuneo), arpa e voce con Elisabetta Antonini e Marcella Carboni in un gioco di sfumature e rimandi che abbraccia il jazz e la canzone, sonorità classiche e improvvisazione, concluderanno il Festival.

Gli eventi collaterali

Venerdì 5, alle  18, nella Chiesa di San Giuseppe di Alba, durante il vernissage delle mostra “Artisti in Gioco” con le opere di numerosi bambini, un concerto con musiche di Debussy, Alvars, Salzedo, Grandjany e Mozart a cura del Conservatorio “G.F. Ghedini” di Cuneo. Sabato 6, alle 16.30, presso l’Enoteca Regionale del Barbaresco (Piazza del Municipio) suona “ARANJUEZ, MA PENSÉE” a cura del Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria. Domenica 7, alle 16, nel Giardino dei Tassi di Vaglio Serra, musiche di E. Bozza, F. Cesarini, G. Verdi, G. Bizet a cura del Conservatorio “G.F. Ghedini” di Cuneo. Mercoledì 10, alle 18, all’Enoteca del Monferrato di Casale Monferrato, si potrà assistere alla mostra archeologica e fotografica diVino “Le antiche terre dell’Egitto e del Monferrato regni della cultura del vino” a cura di Sabina Malgora dell’Associazione Culturale Mummy Project, con musiche del Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria. Giovedì 11, alle 18 presso la Cantina Comunale di La Morra, musiche di F. Mendelssohn- Bartholdy, quartetto di archi a cura del Conservatorio “G.F. Ghedini” di Cuneo; Venerdì 12, alle 18, presso Bersano Vini a Nizza Monferrato, avrà luogo un concerto di musiche di Hummel e Mozart a cura del Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria a cui sarà possibile abbinare una visita guidata al Museo Bersano, tra i più apprezzati musei della civiltà enoico-contadina. Sabato 13 giugno, alle 18, presso il Tempio dell’Enoturista, musiche a cura del Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria; domenica 14, alle 16.30 ad Alba Sotterranea, nel Museo Civico “Federico Eusebio” musiche da Brahms a Geshwin a cura del Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria a cui si potrà abbinare la visita guidata “Alba Sotterranea” con un archeologo professionista per una selezione di 3 tappe tra le 32 del percorso archeologico cittadino.

Banner Gazzetta d'Alba