La Traviata di Verdi in scena a Bra

Orchestra Filarmonica Piemonte1BRA Sabato i vincitori del premio Sordello con l’Orchestra del Piemonte
Recondite armonie, la rassegna che con il titolo di Contaminazioni ha proposto diversi spettacoli di musica classica e lirica, sabato 1° agosto alle 21.15 arriverà a Bra, in piazza Martiri per la libertà, con la Traviata, interpretata dai premiati del concorso Enzo Sordello diretti da Andrea Elena. Si tratta dell’ultimo spettacolo estivo (l’appuntamento successivo è in programma per il 25 settembre). La musica dell’opera verdiana sarà eseguita dall’Orchestra Filarmonica del Piemonte diretta da Stefano Giaroli direttore.

C’è sempre un motivo per tornare a Verdi e alla sua Violetta: lo sapeva Garry Marshall quando mandava la sua Pretty woman, una Valery degli anni ’90, a San Francisco a «torcersi le budella» per la commozione ascoltando per la prima volta Amami Alfredo. Lo sapeva pure Buz Luhman nel 2001, scrivendo il musical Moulin Rouge: e stavolta era proprio un modo di rileggere la Traviata in tempi e musiche moderni.
L’opera di Giuseppe Verdi è ispirata alla Signora delle camelie di Alexander Dumas che rese letterariamente romantica la storia vera, presumibilmente solo di miseria e degrado, della giovane Marie Duplessis, trasformata nella Marguerite Gauthier delle camelie.
Verdi, sfrondati i dettagli superflui – in un’opera ciò che conta è la musica – colse il nucleo eterno della vicenda: protagonisti amore e morte, ma soprattutto una società crudele e indifferente.
Le prenotazioni per il posto a sedere numerato possono essere fatte all’Ufficio turistico di Bra, telefono 0172- 43.01.85. I biglietti costano da 8 a 10 euro.

Banner Gazzetta d'Alba