Asti-Cuneo, la protesta di Confindustria e dei sindaci di Langhe e Roero. Manca però all’appello il Comune di Alba…

GOVONE Si è svolta nella mattinata di martedì 22 settembre la manifestazione di protesta promossa dal presidente di Confindustria Cuneo Franco Biraghi per chiedere la revoca della concessione dei lavori per l’autostrada Asti-Cuneo all’impresa Gavio e la soppressione dei caselli di Govone e Cherasco, almeno fino all’ultimazione dell’infrastruttura. Il corteo – composto da una trentina di sindaci del territorio, in gran parte roerini, ma con una rappresentanza langarola, oltre che dai comitati per la Asti-Cuneo e per il nuovo ospedale – ha sfilato sopra il cavalcavia dell’autostrada, all’altezza di Govone.

Ad attendere i manifestanti una troupe della trasmissione televisiva “La Gabbia” dell’emittente La 7 che ha intervistato sindaci e membri dei comitati. Il servizio andrà in onda domani, mercoledì 23 settembre, a partire dalle 21. I primi cittadini hanno chiesto a gran voce la soppressione del pedaggio ai caselli di Govone e Cherasco mettendo a confronto i 2,50 euro richiesti per i 5 km che separano il casello di Govone dall’uscita di Castagnito, contro gli 1,90 euro necessari per percorrere i 45 km della tangenziale di Torino. “Questa terra ha sempre pagato più di quanto abbia ricevuto e la nostra gente merita l’autostrada”, ha commentato il sindaco di Guarene Franco Artusio.

Non è passata inosservata l’assenza dell’Amministrazione di Alba, peraltro attaccata duramente dal presidente di Confidustria Biraghi nei giorni scorsi. Ecco cosa aveva dichiarato al nostro giornale il leader degli industriali cuneesi: “La colpa dei ritardi è in gran parte dovuta ai politici albesi, arroccati nel voler costruire un ponte o, scelta ancor più scellerata, un tunnel e nel richiedere opere di compensazione. Ma opere di compensazione per cosa? In questo modo non avremo mai l’autostrada e ci sarà ben poco da compensare“.

L’articolo completo sarà sul numero di Gazzetta d’Alba disponibile a partire da martedì 29 settembre, mentre alcuni video della manifestazione sono disponibili sulla nostra pagina Facebook.

Marcello Pasquero

Il servizio andato in onda su La7 si può visionare sul Youtube al link https://youtu.be/3L2VVwfnPWQ, oppure sull’home page del sito di Confindustria Cuneo www.uicuneo.it.

Banner Gazzetta d'Alba