Assegnate le deleghe nell’Unione montana

BOSSOLASCO Il presidente dell’Unione montana Alta Langa, Roberto Bodrito, ha formalizzato il conferimento delle deleghe ai quattro assessori: Ivan Borgna (vicepresidente), Franco Grosso, Luigi Icardi e Annamaria Molinari.

unione

Ivan Borgna, sindaco di Albaretto della Torre, si occuperà di programmazione europea, turismo, sport e sviluppo digitale, mentre al primo cittadino di Bossolasco, Franco Grosso, sono andate le deleghe a protezione civile, polizia locale, coordinamento funzioni associate e politiche giovanili. Il sindaco di Santo Stefano Belbo, Luigi Icardi, gestirà cultura, politiche sociali, commercio e attività produttive, mentre Annamaria Molinari, prima cittadina di Castelletto Uzzone e consigliere provinciale, coordinerà le politiche dell’ambiente, il raccordo con gli enti territoriali, viabilità e trasporti. Il presidente Bodrito, sindaco di Cortemilia, ha tenuto per sé le deleghe a bilancio, politiche agricole e promozione tipicità, personale, patrimonio e comunicazione. «Per la nomina della Giunta e il conseguente conferimento delle competenze», spiega Bodrito, «ho tenuto conto di un’equa suddivisione del vasto territorio dell’Unione montana, formato da trentotto Comuni, ognuno con diverse esigenze e peculiarità».
Aggiunge Bodrito: «L’ente sarà come sempre al servizio dei ventimila abitanti, distribuiti sulle quattro importanti aree (Alta Langa e Valli Belbo, Bormida e Uzzone), legate da un’identità unitaria e da obiettivi condivisi per la valorizzazione anche economica delle risorse turistiche, paesaggistiche e delle tipicità del territorio».

Fabio Gallina

Banner Gazzetta d'Alba