Firmati gli atti: il Demanio regala ad Alba parco Sobrino e H zone

ALBA Venerdì 2 ottobre nella sede della Direzione regionale dell’Agenzia del demanio Piemonte e Valle D’Aosta a Torino, il sindaco di Alba Maurizio Marello ha ricevuto dallo Stato gli atti di proprietà di una serie di beni demaniali presenti in città e concessi gratuitamente al Comune.

firma atti demanio
Sono ufficialmente diventati proprietà della Città di Alba il Parco Sobrino, il Centro Giovani H-Zone, l’area dello skatepark, piazzale Beausoleil, corso Banská Bystrica, (la strada collegamento tra via Luigi Einaudi e via Ognissanti), l’ex caserma galoppatoio, l’ex poligono di tiro a segno nazionale “Schellina” in strada Gamba di bosco (a destra della rotonda della Vigna) e un piccolo appartamento di 2,5 vani in via Fratelli Ambrogio.
Dopo anni di richieste e pratiche burocratiche, i beni dell’area delle ex caserme militari insieme ad altri beni finora proprietà dello Stato sono stati ceduti al Comune che potrà disporne creando altri spazi pubblici per la città.

«È un giorno storico – commenta il sindaco Maurizio Marello – erano anni che le amministrazioni cercavano di ottenere la proprietà di alcuni beni demaniali in particolare del complesso dell’ex caserma Govone. Finalmente, grazie alla legge sul federalismo demaniale e all’impegno dell’Amministrazione e degli uffici comunali siamo riusciti oggi a terminare l’iter sulla zona delle ex caserme, escluso l’ex magazzino Piaggio dove bisognerà seguire un’altra procedura in quanto il bene ha un vincolo storico-culturale. Oltre ai beni su questa zona, abbiamo acquisito anche la proprietà del poligono di tiro in strada Gamba di Bosco. Questi trasferimenti portano ad un incremento del patrimonio comunale ma anche alla possibilità di programmare interventi importanti sulla “cittadella degli studi” come la realizzazione delle nuove palestre fondamentali per il polo scolastico».

Dove sono situati i beni ceduti dal demanio

Banner Gazzetta d'Alba