Ceresole contro i furti in casa

SICUREZZA Per prevenire i reati, un sistema antico ma efficace: la rete solidale tra vicini
Cresce nel Roero l’impressione di pericolo latente, determinata dai casi reali di cronaca, spesso amplificati dal “passaparola” e dalla sensazione che la vicinanza con il torinese rappresenti una via di fuga comoda per i malviventi. Per contrastarla, i Comuni roerini hanno puntato su occhi elettronici, contatti costanti con i Carabinieri e, ultimamente, anche sul “controllo del vicinato”. Un sistema di monitoraggio antico ed efficace, basato sulla solidarietà tra vicini di casa.

Il tavolo dei relatori che hanno preso parte all'incontro sulla rete di controllo del vicinato a Ceresole
Il tavolo dei relatori che hanno preso parte all’incontro sulla rete di controllo del vicinato a Ceresole

Martedì scorso, a informarsi sull’argomento, nella riunione indetta a Ceresole dall’Amministrazione comunale, c’erano oltre 100 persone. A tranquillizzare i ceresolesi, illustrando quanto si sta facendo per garantire la sicurezza, c’erano il sindaco Franco Olocco e il suo vice Matteo Sona, il maresciallo Giancarlo Piazza della stazione Carabinieri di Sommariva del Bosco, il sindaco di Guarene Franco Artusio che ha illustrato l’esperienza del suo Comune sul controllo di vicinato, Massimo Iaretti dell’Associazione di controllo del vicinato e Massimiliano Zerbetto della Telca, che sta installando 20 telecamere sul territorio ceresolese.
Il paese verrà suddiviso in 11 sottoaree e i cittadini che lo desiderano potranno rendersi disponibili a collaborare a questo servizio. «Stiamo cercando due o tre coordinatori per ogni zona», avvertono dal Comune, lanciando questo appello: «Abbiamo bisogno di gente fidata, seria, tecnologicamente all’avanguardia, volenterosa e disponibile». Il controllo del vicinato non richiede atti di eroismo e non è pericoloso, basta stare attenti a ciò che accade intorno e chiamare, in caso di sospetti, le forze dell’ordine.
Una sezione dedicata, sul sito del Comune di Ceresole, elenca, oltre alle informazioni sul controllo di vicinato, cosa fare per prevenire furti e truffe. Raccolto un sufficiente numero di adesioni, verranno organizzate riunioni operative per avviare il servizio di monitoraggio.

Sul numero di Gazzetta in edicola un ampio servizio su cosa si sta facendo nel Roero per prevenire i furti e garantire la sicurezza degli abitanti

m.b.

Banner Gazzetta d'Alba