Quasi 3.000 visitatori al museo Teatro del paesaggio

Ecco come si presentano alcune delle sale interne del museo Teatro del paesaggio

MAGLIANO Il museo Teatro del paesaggio traccia il bilancio delle visite
Aperto il 1° maggio, il museo Teatro del paesaggio “tira le somme” dopo i primi sei mesi di apertura quotidiana, in concomitanza con Expo.
«Le ricadute dall’esposizione universale milanese sono state minime», commenta il presidente dell’associazione Amici del castello Alfieri Carlo Sacchetto. «Nonostante questo, siamo soddisfatti del numero di visitatori». Da maggio a ottobre, sono stati, infatti, 2.735 i visitatori del polo museale maglianese, accolti dalle due dipendenti Carlotta Colombatto e Alice Bergia e dai 18 volontari. Durante i sei mesi di apertura quotidiana sono state organizzate visite per tutti gli alunni delle scuole elementari di Magliano Alfieri, il teatro dei burattini per bambini della scuola materna, accompagnati dagli operatori dei Ragazzi del Roero.
Durante le tre domeniche “a proposta aperta”: visita guidata al centro storico di Magliano e ai due musei sono stati realizzati laboratori manuali (piccole spille a tema naturalistico) e una visita narrata tra le stanze del museo con il progetto “Storie e leggende nel teatro del paesaggio”. «È stata importante la collaborazione con Castelli aperti, Ente turismo, WiMu di Barolo, Club Unesco, Csv e Torino capitale europea», aggiunge il sindaco Luigi Carosso. «In inverno chiuderemo ma i due musei del castello Alfieri si potranno visitare, su appuntamento, grazie ai volontari». Per prenotare: 335-56.52.312 o info@amicicastelloalfieri.org.

Nella fotogallery: una presentazione delle diverse sale del museo maglianese


Marcello Pasquero

Banner Gazzetta d'Alba