Sciopero alla Giordano vini di Valle Talloria per la cessione del settore post vendita

VALLE TALLORIA Volti tirati, delusi, ma anche determinati e carichi di dignità tra i 250 lavoratori dello stabilimento di Valle Talloria di Giordano vini, protagonisti mercoledì 25 novembre di una giornata di sciopero e di quattro ore di presidio davanti ai cancelli della ditta per ribadire il no alla cessione del ramo post vendita, in cui sono impiegati 46 dipendenti, alla società palermitana 2B1, capitale sociale 10 mila euro e un dipendente in organico.

sciopero giordano vini valle talloria 1

«Abbiamo chiesto un piano industriale quinquennale in cui l’azienda (entrata nella società Italian wine brands dopo la cessione da parte della famiglia Giordano, nda ) illustrasse le strategie future», spiegano i delegati sindacali Fortunato La Spina (Fai-Cisl), Sophia Livingston (Flai-Cgil) e Giuseppe Meineri (Uila-Uil) «Invece di una risposta ci è arrivata la comunicazione, il 19 novembre, della cessione del ramo post vendita di Valle Talloria e del Contact center di Torino per un totale di 82 lavoratori coinvolti».

Servizio completo su Gazzetta d’Alba in edicola martedì 1° dicembre.

Marcello Pasquero

sciopero giordano vini valle talloria 2

Banner Gazzetta d'Alba