Donne in nero, manifestazione per scegliere la pace

Giornata del rifugiato, le Donne in nero manifestano
Una recente manifestazione delle Donne in nero contro la guerra ad Alba.

ALBA Sabato 19 dicembre dalle 17 alle 18 le Donne in nero contro la guerra di Alba manifesteranno in via Maestra (angolo via Paruzza) per chiedere alle persone e ai governi di scegliere la pace e chiedono a tutti di unirsi.

donne in nero (7)
Una manifestazione recente delle Donne in nero contro la guerra di Alba.

Ecco il testo del volantino che verrà distribuito durante la manifestazione

SCEGLIERE LA PACE

Di fronte agli attacchi violenti e indiscriminati contro le persone sentiamo crescere dolore, amore e solidarietà, che possono aprire la strada alla pace.

Ma sentiamo anche grida di vendetta e violenza che possono portare solo a maggiore sofferenza.

Chiediamo alle persone e ai governi di scegliere la pace.

Scegliere la pace significa dare valore a tutte le vite umane – alle persone uccise a Parigi come a Beirut, nell’aereo russo abbattuto come a Tunisi, in Mali come in Yemen, in Afghanistan come negli USA…

Scegliere la pace significa comprendere sia che noi, l’Occidente, abbiamo creato le condizioni per la crescita dell’ISIS, sia che nulla giustifica le atrocità che questa commette.

Scegliere la pace significa assicurare che i milioni di persone che si sono rifugiate in Europa, Turchia, Giordania e Libano trovino accoglienza e sostegno affinché possano mantenere la speranza per il futuro.

Scegliere la pace significa rifiutare l’ideologia dello “scontro di civiltà” che è diventato lo slogan degli estremisti su entrambi i fronti della cosiddetta “guerra al terrore”.

Scegliere la pace significa ricercare una nuova politica basata sul rispetto, anche per chi si trova in posizione diversa o distante da noi, una politica che preferisca la cooperazione alla competizione, e che ripudi una volta e per sempre la violenza e la guerra.

 

Scegliere la pace significa contrastare l’islamofobia.

Scegliere la pace significa capire che non c’è soluzione militare alla violenza estremista.

Scegliere la pace significa attivarsi con altre e altri per chiedere ai governi europei di porre fine alla produzione delle armi e contrastarne la vendita e il traffico illecito.

Scegliere la pace significa dare supporto alle persone che in Siria e in Iraq sono le prime vittime dell’ISIS e che stanno lottando per i diritti umani, i diritti delle donne e l’autodeterminazione nei propri paesi.

Scegliere la pace significa abbattere tutti i muri di separazione.

 

 

Donne in nero contro la guerra – Alba – 19 dicembre 2015

Banner Gazzetta d'Alba