Il Salone del gusto lascia il Lingotto e adotta il modello diffuso di Cheese

TORINO Il modello Cheese conquista Torino: succede in occasione della prossima edizione del Salone del gusto che dal 22 al 26 settembre 2016 sarà allestito en plein air. A vent’anni dalla “prima” nella tradizionale cornice del Lingotto fiere poi “occupata” ogni due anni dalla carovana di stand, produttori, laboratori, convegni ed eventi, dopo una lunga querelle e una trattativa che non ha trovato un punto di accordo per il rinnovo del contratto di locazione, Slow Food ha annunciato ufficialmente, condividendo la decisione con Regione Piemonte e Città di Torino, che il Salone del gusto scenderà in strada «per avvicinare maggiormente il grande pubblico alle tematiche legate al cibo: dalla produzione alla distribuzione  e al consumo».

salone del gusto
La manifestazione è anticipata di un mese e non si tiene all’interno di un polo fieristico, ma coinvolge alcuni tra i luoghi più belli e importanti di Torino: il Parco del Valentino con il Borgo medievale, vero cuore dell’appuntamento e cornice storica di eventi internazionali, Palazzo reale, il teatro Carignano, il Circolo dei lettori e la Reggia di Venaria Reale. Date anticipate di un mese e una formula tutta da inventare: se l’allestimento di Cheese è una buona base-modello da cui partire, tutta l’associazione a partire dal suo quartier generale braidese sarà impegnata nello sforzo di inventare la nuova manifestazione che modifica anche il nome diventando Terra Madre Salone del gusto. «Già alla chiusura di Expo avevamo annunciato come il nostro lavoro fosse soltanto a un nuovo inizio», ha commentato il fondatore di Slow Food Carlo Petrini. «Terra Madre Salone del gusto, con la sua rinnovata impostazione, rappresenta l’essenza di questo nostro rinnovato impegno e della volontà di proseguire sulla strada intrapresa da Slow Food nel 1986. Il miglior modo, dunque, per festeggiare non solo i 20 anni del Salone del gusto, ma anche i 30 dalla nascita
di Slow Food in Italia».
Erica Asselle

Banner Gazzetta d'Alba