Mensa comunale: oltre 260 mila pasti all’anno a km zero

ALBA Si è presentata alle famiglie degli studenti braidesi nella mattinata dell’ultimo sabato di novembre. La mensa braidese, vero “fiore all’occhiello” dell’Amministrazione, ancora una volta è stata presa d’assalto dai genitori dei suoi utenti, che volevano rendersi conto di persona delle sue peculiarità. Spiega il capo-cuoco Antonio Petti: «È sempre piacevole accogliere le persone che vengono a visitare i nostri locali per accertarsi delle preparazioni che facciamo. Ricordo che lo scorso anno abbiamo chiuso la nostra attività con ben 260.241 pasti preparati, che avevano richiesto oltre 15 mila chilogrammi di pasta, 8 mila di carne, 24 mila di verdura e 26 mila di frutta. Tutto a chilometri zero, ovvero materia prima che arriva a noi direttamente dai nostri orti o dagli allevamenti locali».

mensa bra
Aggiunge l’assessore all’istruzione, Gianni Fogliato: «La filiera corta delle materie prime consumate ci consente di utilizzare quelle prodotte in città o nei territori a noi vicini, riducendo l’impatto ambientale ed economico dei trasporti, determinando ricadute sull’economia locale e garantendo consumi che seguano la stagionalità delle produzioni agroalimentari».
I prodotti necessari alle preparazioni vengono dunque consegnati dai fornitori ogni mattina e le materie prime vengono lavorate e consumate in giornata. Poi dalla sua sede di via Montegrappa, partono i circa 1.800 pasti che ogni giorno raggiungono le 17 diverse scuole e asili nido braidesi che usufruiscono del servizio. Inoltre, in collaborazione con Slow Food, è stato anche preparato il calendario della mensa scolastica, che riporta – giorno per giorno – l’elenco dei piatti che sono serviti ai ragazzi.

v.m.

Banner Gazzetta d'Alba