Alpini da… adottare nei giorni dell’Adunata

ASTI  Si è svolto il primo incontro del 2016 del Comitato organizzatore dell’Adunata nazionale degli Alpini. Molti gli argomenti all’ordine del giorno in preparazione dell’evento che si svolgerà dal 13 al 15 maggio.

ADUNATA ACCOGLIENZA

La sezione Ana di Asti, raccogliendo l’eredità delle precedenti Adunate, lancia l’iniziativa “Adotta un alpino”. «Vogliamo mettere in contatto gli alpini intenzionati a partecipare all’Adunata e gli astigiani, in modo che questi mettano a disposizione case e alloggi vuoti in città e in provincia», spiega il presidente provinciale dell’Ana Adriano Blengio. Saranno il proprietario e l’ospite ad accordarsi sull’ospitalità sotto la responsabilità degli organizzatori. Per informazioni: 0141-53.10.18, info@asti2016.it, www.asti2016.it.

Sul fronte operativo continua l’assegnazione delle aree nei campi di accoglienza degli ospiti. Particolare attenzione viene posta al piano sicurezza, a cui sta lavorando Giuseppe Bonaldi, coordinatore nazionale di Protezione civile: il prossimo impegno è l’incontro con gli enti locali per definire il piano sanitario e il primo esame del piano della viabilità. È stato inoltre ultimato il calendario degli eventi di “Aspettando l’Adunata”. Prossimo appuntamento il 17 marzo per festeggiare i 155 anni dell’Unità d’Italia e i 70 anni della Costituzione. Infine, il 15 aprile, al teatro Alfieri, sarà proposto lo spettacolo “Un anno sull’Altipiano”, tratto dal libro di Emilio Lussu. «L’Enofila», anticipa Blengio, «diventerà un palazzo delle mostre: saranno esposte moto d’epoca, cartografie sulle battaglie e le divise della prima guerra mondiale. Una sezione sarà dedicata alle donne e al loro ruolo durante la grande guerra».

Il Battistero ospiterà una mostra sui cori alpini e Palazzo Ottolenghi una sul ruolo dell’alpino in Europa. Infine, in collaborazione con la Scuola del fumetto, si realizzerà un libro di fumetti coordinato da Luigi Picatto, disegnatore di Dylan Dog.

Paolo Cavaglià

 

Banner Gazzetta d'Alba