Recuperati 235.000 chili di olio usato

ALBA È stato rinnovato fino al 2019 l’appalto per la raccolta degli oli vegetali esausti affidato dal consorzio Coabser alla società Mpoli di Alba, con stabilimento a Piobesi. L’iniziativa è stata avviata qualche anno fa ed ha consentito di raccogliere, nel 2015, circa 235 mila chilogrammi di oli vegetali esausti con un risparmio di oltre 100 mila euro nei costi di depurazione e un taglio di 900 tonnellate di CO2 immesse nell’ambiente. Un ottimo risultato quello del 2015 che si attesta su quantità di raccolta doppie rispetto a quelle dell’anno precedente. Dati che fanno del progetto Recuperiamoli l’iniziativa di raccolta degli oli vegetali esausti più grande della provincia di Cuneo.

21_bidoni olio usato
Gli oli usati in cucina possono essere conferiti da tutti i cittadini nelle diciotto aree ecologiche del consorzio. Recentemente ha aderito all’iniziativa anche il Comune di Dogliani.
Anche i commercianti che producono degli oli vegetali esausti possono conferire i rifiuti contattando il numero 0173-06.43.07.
Nel mese di febbraio, partirà una nuova campagna informativa nelle scuole e in primavera saranno organizzati info-point nei paesi; infine, in autunno, Mpoli rinnoverà la partnership con Slow food per lo smaltimento degli oli vegetali esausti del Salone del gusto 2016.
Erica Asselle

Banner Gazzetta d'Alba