Tredici telecamere contro i furti

NIELLA BELBO Una serie di furti consecutivi nel periodo prenatalizio ha portato l’Amministrazione comunale di Niella Belbo, guidata dal sindaco Alberto Giacosa, a scegliere di introdurre sistemi di videosorveglianza nel piccolo paese dell’alta Langa. «Abbiamo voluto garantire maggiore sicurezza ai nostri cittadini anche a seguito degli avvenimenti accaduti a ridosso delle feste: si sono verificati infatti numerosi furti nella zona; tra questi due a San Benedetto e uno anche a Niella», ha spiegato il primo cittadino.

videocamera

Le telecamere, tredici in totale, sono dotate di un sistema per la lettura delle targhe a raggi infrarossi che permette loro di funzionare anche in notturna. Tre, in particolare, sono programmate per una sorveglianza ad ampio raggio: l’investimento di 11 mila euro ha consentito dunque di “proteggere” i quattro principali accessi al paese ottenendo anche un controllo interno. Prosegue Giacosa: «Aumentare la sicurezza era parte del nostro programma amministrativo e la situazione attuale ci ha portati alla decisione definitiva. Auspichiamo che questo possa essere un modo anche per incrementare le attività facendo sì che i gestori si sentano più tutelati e al sicuro. Due telecamere, in particolare, che sono andate ad aggiungersi a quella già posta sulla banca, sorvegliano la piazza centrale del paese, che ospita il maggior numero di esercizi. Abbiamo pensato inoltre di tutelare meglio i bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria, posizionando uno dei punti di sorveglianza nei pressi dei due istituti in località San Bernardino».

Debora Schellino

 

Banner Gazzetta d'Alba