Alcotra: 243 milioni per nuovi progetti tra Italia e Francia

ALBA La Giunta comunale  ha approvato l’adesione al programma transfrontaliero Alcotra 2014-2020. Un atto dovuto, in quanto l’ente capofila per la raccolta delle candidature della zona, da presentare entro giugno, sarà l’Atl Alba, Bra, Langhe e Roero. Alcotra rappresenta la quinta generazione del programma che copre l’intera frontiera alpina tra l’Italia e la Francia: Valle d’Aosta, le province di Cuneo e Imperia, Torino, i dipartimenti dell’Alta Provenza, delle Alte Alpi, delle Marittime, della Savoia.

alcotra
Il logo del programma Alcotra

I beneficiari dei 234 milioni di euro previsti da Alcotra sono gli enti pubblici, le piccole e medie imprese, gli istituti di formazione, le Università e i centri di ricerca, le associazioni, i parchi e le Camere di commercio.  progetti devono seguire quattro indirizzi. Il primo riguarda comparti di intervento, che vanno dalla sostenibilità edilizia alle risorse energetiche. Nel campo dell’ambiente è possibile proporre azioni di riassetto idrogeologico. Il terzo settore è dedicato all’attrattività del territorio e all’economia verde. Il quarto ambito guarda all’inclusione sociale e alla cittadinanza europea: www.regione.piemonte.it/europa2020/programmieuropei/.

m.p.

 

Banner Gazzetta d'Alba