Biblioteca di Bra: nel 2015 distribuiti 29.524 volumi

BRA Sono per lo più scolari e studenti gli utenti della biblioteca civica di Bra (per loro oltre 22 mila prestiti nel 2015), seguiti dai pensionati (più di 1.600), poi impiegati, insegnanti, disoccupati e casalinghe e via via le altre categorie professionali.

biblioteca
Il ritratto della “Bra che legge” emerge dalle statistiche della struttura di via Guala, dove, lo scorso anno, sono stati presi in prestito ben 29.524 volumi, a fronte di una popolazione di 29.744 abitanti di Bra. “Campioni di lettura” sono i ragazzi nella fascia d’età che va fino ai 16 anni, con 14.590 prestiti; se a questi dati si aggiungono i 6.946 libri letti nelle scuole del secondo Circolo tramite il servizio di prestito decentrato, in media sono stati distribuiti oltre 4,5 libri per ogni giovane braidese. Imponente l’attività svolta con le scuole: 4.500 allievi sono stati in biblioteca, mentre il prestito decentrato nelle scuole ha consegnato altri 6.946 volumi. Biblioteca “fuori porta” anche in alcune cliniche e case di riposo della città e nei bar. Grazie ai servizi dello staff e ai volontari, i libri sono stati anche letti ad alta voce negli appuntamenti del progetto Nati per leggere (che ha coinvolto 824 bambini dai tre ai sette anni e 151 baby lettori), ma anche nelle scuole dell’infanzia della città, nelle sale d’attesa dei pediatri, all’Asl di via Goito e al Cantuccio della mamma in ospedale. Il catalogo della biblioteca di Bra conta oggi oltre 56 mila libri.
«Quello dei prestiti alla popolazione è un dato molto positivo. Che ha radici anche nei laboratori di lettura per i bebè e per i bambini, curati con maestria dal direttore Angelo Mallamaci», dichiara l’assessore alla cultura Fabio Bailo. «È interessante anche verificare come ogni anno le richieste di volumi crescano: un segno positivo che dice un elevamento culturale della collettività intera».
Erica Asselle
Valter Manzone

Banner Gazzetta d'Alba