Da settembre, niente scuola al sabato a Dogliani

DOGLIANI Un cambio di orario interesserà a partire dal prossimo autunno le scuole secondarie dell’Istituto comprensivo di Dogliani. Le ore settimanali a Dogliani e Farigliano rimarranno 36, ma saranno distribuite su 5 giorni, consentendo il sabato libero a studenti e docenti. «La soluzione è stata trovata organizzando in modo differente le ore di lezione: le cinque mattutine sono state stabilite da cinquanta minuti, mentre sono rimaste da sessanta le ore pomeridiane», spiega la vicepreside Fulvia Durando. «Sono rimasti invariati i pomeriggi di martedì e giovedì e resteranno alcune ore da recuperare, ma siamo in attesa che il Consiglio di istituto deliberi quando si prevede di farlo».

scuola dogliani
L’edificio che ospita le scuole medie di Dogliani.

La nuova proposta nasce per accogliere le richieste di molte famiglie interpellate attraverso un sondaggio già durante l’anno scolastico 2014-2015, sondaggio che però, con la formulazione di orario proposta allora (erano state previste ore di lezione di 54 minuti, posticipando l’orario di uscita dei ragazzi da scuola alle 13.20), non aveva ottenuto una maggioranza “schiacciante” come quella che ha portato invece alla decisione definitiva. L’81% delle famiglie dei bambini iscritti alle scuole primarie di Dogliani si è detto favorevole ai cinque giorni con la nuova soluzione oraria proposta, sommato al 71% dei genitori di ragazzi dei plessi di Dogliani e Farigliano che frequenteranno, nel prossimo anno scolastico, la prima, la seconda e la terza media. Si partirà dunque con un orario mattutino dalle 7.50 alle 13.05, mentre resteranno invariati i pomeriggi dalle 14.05 alle 17.

«La nuova soluzione è anche didatticamente più funzionale», spiega ancora la vicepreside, «dal momento che tutti gli insegnanti saranno presenti durante i cinque giorni, senza turni di riposo infrasettimanali». Resta invariato l’orario della scuola primaria, come da tre anni a questa parte, articolato su cinque giorni, inclusi i due pomeriggi di martedì e giovedì.

Debora Schellino

Banner Gazzetta d'Alba