Musei di Bra: 12.000 visitatori nel 2015

Laboratorio natalizio al museo di storia naturale Craveri

BRA Due nuovi ingressi nel “Sistema museale urbano” braidese, che nel 2015 nei soli musei civici (Craveri, di palazzo Traversa e del giocattolo) ha registrato quasi 12.000 biglietti venduti (si veda il box pubblicato a destra, ndr). Nella Giunta dello scorso martedì 26 gennaio, sono stati ricevuti i responsabili delle due nuove realtà che sono andate a far crescere il Sistema museale: il Museo della scrittura meccanica di corso Monviso e il Museo aziendale della ditta Rolfo, che ha sede in corso IV Novembre.

Museo Craveri
Commenta il sindaco Bruna Sibille: «Con Domenico Scarzello, ideatore della struttura di corso Monviso, divenuta nel tempo uno dei punti di riferimento continentali per gli appassionati del genere, e con Danilo Gamba, che ha illustrato il museo che racconta la storia dei centotrenta anni di attività di una delle storiche aziende cittadine, erano presenti anche il presidente dell’associazione “Amici dei musei”, il professor Adalberto Bianchi, e la dirigente comunale del settore cultura, Marinella Masini». Nel presentare le due nuove realtà che faranno parte del sistema, l’assessore alla cultura Fabio Bailo ha voluto sottolineare la strategicità di un progetto che valorizza e mette assieme realtà diverse tra loro, ma che esprimono – ognuna per la propria parte – la capacità di raccontare la storia di una città, auspicando un sempre maggior coinvolgimento e conoscenza anche dei braidesi del patrimonio museale cittadino. Nel corso dell’incontro si è poi sottolineato quanto sempre più l’attività museale si muova di pari passo con il movimento turistico del territorio, in un ambito dove Bra è sempre più conosciuta e dove le proposte dei suoi musei garantiscono un utile elemento attrattore e di opportunità per il completamento dell’esperienza di visita.
Valter Manzone

Banner Gazzetta d'Alba