Quanto guadagnano gli amministratori albesi?

Supermercato alla Moretta:  la decisione slitta a settembre

REDDITI  Non è il sindaco Maurizio Marello l’amministratore albese più ricco. Lo si evince dalle dichiarazioni dei redditi (alcune del 2015, altre di anni precedenti) pubblicate tra le pagine del sito istituzionale del Comune. Marello, avvocato quando sveste la fascia tricolore, dichiara al fisco 51.195 euro, molto meno del primo in graduatoria, il consigliere di Forza Italia e avvocato Gionni Marengo che vanta un reddito di 168.296 euro. Reddito a cinque zeri pure per un altro forzista, il geometra Mario Canova (158.861 euro), per il presidente del Consiglio e medico Roberto Giachino (138.374) e per l’esponente di Rinnovamento civico e chirurgo Sebastiano Cavalli (108.393). Di poco staccati il capogruppo di Per Alba, il commercialista Domenico Boeri (89.222), e il consigliere di maggioranza, ex dipendente Ferrero, Franco Foglino (71.124).

alba comune municipio 2

Sopra i 50 mila euro figurano i consiglieri di maggioranza Armando Bauduino (59.213), William Revello (58.536), Claudio Tibaldi (55.916) e Silvana Molina (58.741). Seguono l’assessore, nonché amministratore scolastico, Luigi Garassino (44.403), Giuseppina Borgogno (39.345), il vicepresidente del Consiglio Leonardo Prunotto (36.903), Pierangelo Bonardi (35.189), l’assessore Massimo Scavino (33.424), Fabio Tripaldi (28.710), Ada Toso (28.838), la vicesindaco Elena Di Liddo (27.419), Pierangela Castellengo (27.040), Ivano Martinetti (26.980) e Sara Pennella (22.184).

Sotto i 20 mila euro Mario Marano (19.307), Carlo Bo (18.725), Emanuele Bolla (16.918), l’assessore Alberto Gatto (16.433), Paola Farinetti (15.864), Elisa Boschiazzo (10.983), l’assessore Rosanna Martini (10.729), l’assessore Anna Chiara Cavallotto (7.988), Tina Ciongoli (7.270) ed Elena Negro (4.825).

Enrico Fonte

Banner Gazzetta d'Alba