Bocciofila Albese: Mario Canova è il nuovo presidente. In progetto due nuovi campi per la petanque

ALBA Mario Canova è il nuovo presidente della Bocciofila Albese, prende il posto di Alberto Cirio che continuerà a ricoprire il ruolo di presidente onorario. Con 16 campi di cui 8 coperti e 6 mila metri di struttura dotata anche di bar e ristorante, la Bocciofila ha oggi circa 350 tesserati.

Canova Mario

«Sono da sempre appassionato di bocce, quindi sono felice di questo incarico, ma adesso dovrò impegnarmi ancora di più per non sfigurare con i veterani dell’associazione», commenta il neo presidente, Mario Canova. «Ringrazio Alberto Cirio e tutto il direttivo per la fiducia ricevuta. L’obiettivo è quello di continuare a far crescere i tesserati e di migliorare ancora la struttura, che ha ormai 30 anni. Abbiamo già incontrato il Comune per alcuni interventi di riqualificazione e per la costruzione di due nuovi campi per il gioco della petanque, cioè le bocce francesi che rispetto al nostro gioco su terreno liscio prevedono un terreno più sconnesso e accidentato. Sarà un elemento di appeal in più, sia per chi è già un appassionato che per chi desidera avvicinarsi a questo sport».

«Quando tredici anni fa ho cominciato a occuparmi della bocciofila – ricorda l’eurodeputato Cirio – era in una situazione finanziaria difficile. Oggi i conti sono a posto e c’è anche un piccolo avanzo in banca. Abbiamo risanato il bilancio e fatto molti interventi di riqualificazione, come il recupero dell’area ex judo, trasformata in area ricreativa e ristorante, il nuovo campo esterno e l’asfaltatura di quelli interni, ma anche l’area ginnastica danza per la terza età. Abbiamo dato anche ospitalità alla sede degli Alpini, che in cambio curano la manutenzione. Di tutto questo sono molto orgoglioso e ringrazio tutto il Direttivo per l’impegno e la passione, felice che a prendere il mio posto sia Mario Canova, che è una persona seria e capace, oltre che un amico. Rimanere come presidente onorario, in realtà, è un grande onore per me, perché potrò continuare a lavorare per la bocciofila e per tutti i suoi soci».

Banner Gazzetta d'Alba