Fondazione Crc, nominato il nuovo Consiglio. Per la presidenza sfida Degiacomi-Genta

CUNEO Il Consiglio generale uscente della fondazione Crc ha nominato i componenti del nuovo Consiglio generale per il mandato 2016‐2020: 22 sono stati designati dagli enti del territorio previsti dallo statuto e uno, quello in ambito sportivo, è stato selezionato attraverso un bando pubblico. La delibera dà compimento al lavoro di analisi preliminare svolto dalla commissione per la valutazione delle nomine, prevista dallo Statuto. I consiglieri nominati, a seguito della designazione degli enti e della verifica del possesso dei requisiti richiesti, sono i seguenti:

consiglio-generale-fondazione-crc2016

Nella stessa seduta, il Consiglio generale ha nominato la cuneese, ex campionessa di ginnastica ritmica, Claudia Martin quale 23° consigliere, in ambito sportivo. Nella riunione è stato ricordato Gianni Ferrero, consigliere della fondazione scomparso lo scorso agosto.

Il nuovo Consiglio di amministrazione verrà invece eletto il 18 aprile.  Il sindaco di Alba Maurizio Marello e quello di Cuneo, nonché presidente della Provincia, Federico Borgna vorrebbero che a succedere a Ezio Falco, non ricandidabile perché ha svolto due mandati consecutivi (sul numero di Gazzetta d’Alba di martedì 5 aprile è disponibile l’intervista), fosse l’albese Antonio Degiacomi, mentre i rappresentanti del monregalese puntano su Giandomenico Genta. La candidatura del tributarista cuneese verrà presentata in un incontro organizzato stasera martedì 5, alle 21, nel castello di Barolo dal sindaco di Santo Stefano Belbo Luigi Icardi e dal presidente della Camera di commercio cuneese Ferruccio Dardanello, i quali hanno rispettivamente designato Giuseppe Artuffo e Giuliano Viglione come componenti del nuovo Consiglio generale della fondazione Crc. Saranno presenti alla serata gli onorevoli Giovanni Monchiero, Mariano Rabino e Alberto Cirio.

Banner Gazzetta d'Alba