In mostra a Bra i gioielli del petit garçon Angelo Bordino

BRA Grafico di professione, ma creativo e gran sognatore nella vita di tutti i giorni,  l’albese Angelo Bordino ha dato vita al brand Petit garçon Bijoux. Un passato dedito alla sperimentazione, dalla lavorazione della cera alle sculture in feltro per arrivare alla lavorazione dei metalli.

Nella mostra, inaugurata sabato 9 aprile all’interno del ristorante L’Alfieri, in piazza XX settembre n.10 a Bra si possono trovare piccole parti d’anima del Petit Garçon. A partire dalla collezione Urban nature dove l’amore per la natura passa attraverso le forme di foglie e fiori tagliate a mano su camere d’aria, rendendo, in questo modo, un materiale sporco e cupo in grado di rinascere, sotto forma di sottobosco urbano.

Angelo BordinoAngelo è un designer di ornamenti da indossare, perchè, come precisa: «Ciò che creo non si può definire semplicemente collana e nemmeno bigiotteria, in quanto ogni passaggio, dall’idea alla realizzazione pratica, è curata in ogni singolo dettaglio».

Un’altra collezione, un altro frammento dell’animo del Petit Garçon è pasarot: un semplice passerotto che tenta di fuggire dalla sua gabbia dorata per uscire e scoprire il mondo, ed infine c’è Alice ed il bianconiglio in una collaborazione nata con l’illustratrice Vania Pillepich- disegni fatti a mano su tela, applicati su ottone ed inglobati nella resina.

E quando si chiede ad Angelo il motivo di un nome così particolare la risposta è semplice: «Sono e sarò sempre quel piccolo ragazzo mai cresciuto, con la testa tra le nuvole, un po’ ingenuo e distratto ma sempre alla ricerca di nuovi stimoli ed idee». La mostra è visibile fino al 1° maggio negli orari del ristorante.

Maggiori informazioni: angelo_g4@yahoo.it ; pagina Facebook: Petit Garçon Bijoux

 

 

Cinzia Grande

Banner Gazzetta d'Alba