Movimento 5 stelle: Per l’autostrada l’alternativa al tunnel c’è dal 1989

Nei progetti esistenti il tunnel di Verduno dovrebbe essere così.

ALBA Il tunnel di Verduno «non s’ha da fare» e anche il presidente di Confindustria Cuneo Franco Biraghi concorda con il Movimento 5 stelle. Prima di lui pure il ministro Graziano Delrio, rispondendo in Parlamento, aveva ammesso la necessità di modificare il progetto dell’A33 Asti-Cuneo.

Nei progetti esistenti il tunnel di Verduno dovrebbe essere così.
Nei progetti esistenti il tunnel di Verduno dovrebbe essere così.

«Ormai è evidente a tutti quanto sostenuto dal Movimento 5 stelle in tempi non sospetti, il progetto non è sostenibile economicamente a meno che non si intendano aumentare i pedaggi e quindi far pagare tutto ai cittadini. Non ha alcun senso realizzare un tunnel sotto la collina franosa di Verduno, la stessa che per la sua natura ha determinato l’allungamento dei tempi per la costruzione dell’ospedale», scrivono in un comunicato Fabiana Dadone, deputato; Mauro Campo, consigliere regionale e Ivano Martinetti, consigliere comunale ad Alba.

«L’alternativa esiste da tempo, fin dal 1989, non l’abbiamo inventata noi ma l’ha proposta addirittura l’Anas, sarebbe solo da rendere attuale. È sufficiente realizzare una strada a scorrimento veloce di raccordo tra la tangenziale di Alba ed il tratto già realizzato di A33 tra Cuneo e Cherasco. In questo modo si ottiene anche il potenziamento dell’accesso all’ospedale di Verduno», concludono i rappresentanti dei 5 stelle.

Banner Gazzetta d'Alba