Primavera africana tira le somme

BRA È iniziata la campagna di tesseramento dell’associazione Primavera africana, che sostiene i progetti in Benin di don Max Lafia, sacerdote originario del Paese africano che per alcuni anni ha svolto il proprio ministero a Bra. La quota associativa annuale è fissata in 25 euro.

Primaver africana
Sabato 30 aprile, alle 16.30, nei locali della parrocchia di San Giovanni Battista si terrà l’assemblea annuale dell’associazione, guidata da Claudia Mallardo. All’ordine del giorno ci saranno in particolare l’approvazione del bilancio consuntivo 2015 e di quello preventivo 2016 e la campagna per raccogliere il 5 per mille (il codice fiscale da inserire nell’apposito riquadro della dichiarazione dei redditi è 91026100049).
Verranno inoltre illustrati i prossimi eventi dell’associazione e la situazione in Benin. Non mancherà il saluto di don Max Lafia e ci sarà anche spazio per il racconto dei quattro giovani braidesi che in dicembre hanno visitato l’opera di don Max.

li.fe.

Banner Gazzetta d'Alba