Alba: bandiere a mezz’asta per le vittime dell’attentato di Dacca

Alba: bandiere a mezz’asta per le vittime dell’attentato di Dacca
Bandiere a mezz'asta

 

ALBA L’Amministrazione comunale albese, con in prima fila il Sindaco Maurizio Marello esprime profondo cordoglio e vicinanza ai famigliari delle vittime dell’attentato terroristico di Dacca in  Bangladesh, nel ristorante “Holey Artisan Bakery”, dell’1 luglio scorso.

In segno di lutto, le  bandiere del Palazzo comunale sono a mezz’asta. Tra le venti persone uccise, anche nove italiani. Tra questi, la torinese Claudia D’Antona, managing director della Fedo Trading, azienda italiana attiva nel settore tessile in Bangladesh e Simona Monti dipendente  della “Mauli” di Revello (Cn), la società di abbigliamento per bambini dove lavorava la donna di 33 anni originaria di Magliano Sabina (Ri).

Su Gazzetta in edicola domani, martedì 5 luglio, l’intervista esclusiva a Mario, langhetto che si trovava a Istanbul durante l’attentato del 29 giugno, a pochi passi dall’aeroporto Ataturk

Banner Gazzetta d'Alba