Il liceo Giolitti-Gandino incontra il presidente Mattarella

Il liceo Giolitti-Gandino incontra il presidente Mattarella

BRA Il liceo Giolitti-Gandino di Bra è stato selezionato a far parte delle scuole che parteciperanno alla cerimonia di inaugurazione del nuovo anno scolastico che si terrà il 19 settembre a Sondrio, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del ministro dell’istruzione Stefania Giannini.
Rappresenteranno il liceo di Bra la dirigente Francesca Scarfì, il professore Augusto Leone e gli studenti Giulia Sorcio e Francesco Merlo dell’ultimo anno del classico. Il liceo è stato selezionato grazie al neonato laboratorio cinematografico “Da Omero alla Web trilogy” a cui hanno partecipato lo scorso anno circa cinquanta studenti di tutti gli indirizzi (classico, scientifico, linguistico e scienze applicate).
«Si tratta di un riconoscimento del percorso di innovazione e di arricchimento dell’offerta formativa», afferma la dirigente Francesca Scarfì, «che il liceo di Bra mette in atto. Ciò è reso possibile dalla preparazione culturale e professionale, dal serio impegno dei docenti e di tutto il personale del Giolitti-Gandino».
Il progetto è stato realizzato in collaborazione con il corso di ingegneria del cinema del Politecnico di Torino e con lo studio Liquid gate del regista Alessandro Righetti, mentre il “direttore di produzione” è stato l’assistente tecnico Cristina Dabbene. «Da Omero alla Web trilogy», commenta il professore Augusto Leone, «è una Web serie che si propone di attualizzare l’Iliade di Omero, evidenziandone aspetti e personaggi suscettibili di contaminazione con le serie Tv e con la cultura contemporanea in generale».
Il laboratorio, sostenuto anche da un contributo della fondazione Cassa di risparmio di Torino, ha consentito agli studenti di acquisire le competenze tecniche (dalla regia al montaggio) necessarie per la realizzazione di un prodotto di qualità.
«Il risultato finale», commenta Scarfì, «evidenzia l’impegno di tutte le componenti che hanno reso possibile questo progetto: tutti hanno partecipato con grande entusiasmo e tutti hanno imparato qualcosa di nuovo».

Franco Burdese

Banner Gazzetta d'Alba