Nocciole a 420 euro al quintale, produzione in crescita

Nocciole a 420 euro al quintale, produzione in crescita

NOCCIOLE Piccole, abbondanti, di buona qualità e pagate bene. Per ora sono queste le prime indicazioni relative al raccolto delle nocciole emerse tra la chiusura della Sagra di Cortemilia di domenica 28 e la Fiera di Castagnole delle Lanze di lunedì. L’attesa era soprattutto rivolta ai prezzi, con l’appuntamento castagnolese a sancire le prime quotazioni dell’anno. Come ha comunicato nella tarda mattinata di  lunedì l’assessore all’agricoltura del Comune astigiano Mario Coppa, le quotazioni della “borsa” castagnolese sono arrivate fino a 420 euro al quintale. Precisa Coppa: «Si tratta di un prezzo indicativo, riferito a partite di qualità elevata e con una resa significativa. Poi, come sempre, sarà il mercato a decidere». A Castagnole, prosegue Coppa, era presente «Una gamma di conferitori molto vasta che dimostra come la nostra fiera abbia sempre una grande attrattiva».

Nocciole a 420 euro al quintale, produzione in crescita 1
I primi tre classificati al Premio Novi di Cortemilia.

Il giorno precedente, a Cortemilia, nell’ambito della consegna del Premio Novi, l’imprenditore Pier Giorgio Mollea (Marchisio nocciole) aveva parlato di una forbice di prezzo tra i 360 e i 400 euro, soffermandosi anche su aspetti relativi a quantità e qualità. «Le nocciole sono migliori rispetto al 2015, molto sane, con cimici e marciume quasi inesistenti. Si prospetta un raccolto importante anche sul piano quantitativo. Lo scorso anno in Piemonte la produzione fu di 170 mila quintali; quest’anno credo si possa arrivare a 250 mila».

Anche i tecnici presenti alla fiera castagnolese parlano di produzione maggiore rispetto agli anni precedenti. Le nocciole sono un po’ più piccole e tardano a maturare. La prima raccolta ha evidenziato, un po’ in tutte le zone, la presenza di un numero di nocciole con poca resa superiore a quello delle annate scorse, mentre la seconda passata risulta normale. In alcune zone la raccolta si protrarrà anche fino a metà settembre.

A Cortemilia, ad aggiudicarsi il Premio Novi è stato Giuliano Marino, di Lavagno (Verona), proprietario di noccioleti a Santo Stefano Belbo; premiato per la terza volta in cinque anni; al secondo posto Giuseppe Canobbio (che ha ricevuto anche il premio speciale nocciola d’oro per il miglior corilicoltore cortemiliese); al terzo Gian Carlo Marchisio (Torre Bormida).

A Castagnole si è svolta invece la seconda edizione del concorso promosso dal Comune e riservato ai corilicoltori locali. Tredici i partecipanti e primo posto a Danilo Romagnolo davanti a Monica Fogliati e Stefano Beccaris.

Corrado Olocco

Banner Gazzetta d'Alba