Tutta la città di Alba avrà presto la fibra ottica

Tutta la città di Alba avrà presto la fibra ottica

DIGITALE La notizia è ufficiale: tutta la città  potrà disporre della fibra ottica a partire dai prossimi mesi. Tale tecnologia, basata su fasci di cavi in materiale vetroso in grado di trasportare segnali luminosi, permette una velocità di collegamento alla rete molto più elevata rispetto a quella garantita dai cavi di rame e l’offerta commerciale residenziale si aggira attorno ai 100 megabit contro i 20 della tecnologia Adsl.

Il 21 ottobre l’assessore ai lavori pubblici Alberto Gatto ha annunciato la stipula di una convenzione tra il Comune e la società Tim che potrebbe ridurre il cosiddetto digital divide, ovvero l’assenza di possibilità di connessione Internet da parte di ampie zone cittadine.

Che cosa cambierà sul territorio dopo la stipula della convenzione, Gatto?

«La società telefonica Tim allaccerà 16 nuovi “armadi”, ovvero i quadri che consentiranno l’estensione della fibra ottica sul territorio. Ad Alba esistono oggi 90 armadi, di cui 55 già collegati. Con questi nuovi 16 il conteggio totale delle apparecchiature operative arriverà dunque a 71. Significa che tutta la città avrà accesso alla fibra ottica, comprese le zone di Mussotto, corso Piave, San Cassiano. Saranno escluse – per ora – soltanto le zone collinari e le cosiddette “aree bianche».

Che cosa si intende con questo termine?

«Si tratta di zone meno appetibili commercialmente, come San Rocco Seno d’Elvio, San Rocco Cherasca, Scaparoni. Per queste aree Infratel (una società partecipata anche dal Ministero) indirà gare per l’aggiudicazione di risorse che permetteranno, a loro volta, di collegare la fibra ottica in futuro».

Tornando ad Alba: perché scegliere proprio Tim come società con cui stipulare l’accordo?

«La società risultava funzionale per questioni logistiche e legate alla strumentazione già esistente. Tuttavia, l’azienda è obbligata per contratto ad affittare l’attrezzatura ad altri operatori economici, in modo che se un cittadino volesse stipulare un contratto con un’altra azienda potrà farlo senza problemi: la connessione utilizzerà i medesimi impianti sfruttati da Tim, senza costi aggiuntivi».

A proposito di costi: qual è il prezzo che paga il Comune per l’impianto della fibra ottica?

«Nessun prezzo. La convenzione è gratuita, anzi Tim pagherà 10mila euro al Comune per collegare i vari impianti. Siamo soddisfatti del progetto: entro pochi mesi la nostra città potrà connettersi alla rete con maggiore velocità ed efficacia, risultando più competitiva a livello strategico, economico e commerciale».

Marco Giuliano

 

Banner Gazzetta d'Alba