Barolo invecchiato a Dogliani anzichè a Monforte?

Barolo invecchiato a Dogliani anzichè a Monforte?

DOGLIANI  Barolo 2015 invecchiato fuori dalla zona di produzione. È l’accusa mossa dai Nas di Alessandria a Orlando Pecchenino, presidente del Consorzio di tutela Barolo, Barbaresco Alba Langhe e Dogliani. In pratica, secondo quanto è trapelato dalle indagini, viene contestato a Pecchenino di aver svolto operazioni di vinificazione e invecchiamento nella propria cantina di Dogliani (paese che non rientra nel disciplinare di produzione del Barolo Docg) e non in quella di Monforte. La contestazione non riguarda la qualità o l’autenticità del vino, ma il rispetto del disciplinare di produzione. Pecchenino si difende dicendosi certo di poter dimostrare la correttezza del proprio operato.

Banner Gazzetta d'Alba