Ceretto sprona il Roero e dona 2.500 euro per la Tartufaia di Vezza

Ceretto sprona il Roero e dona 2.500 euro per la Tartufaia di Vezza 8
Bruno Ceretto mostra il tartufo dell'anno

VEZZA Un incontro all’insegna della generosità quello  tra tartufo bianco e Arneis, all’inaugurazione della 36ª Fiera regionale del tartufo. Domenica 20 novembre il premio Tartufo dell’anno di Tartufingros è stato consegnato al pioniere della promozione vinicola, Bruno Ceretto. L’omaggio, immediatamente “venduto” al ristorante Piazza Duomo, di proprietà dello stesso Ceretto e curato dallo chef tristellato Enrico Crippa, ha fruttato 2.500 euro, che l’imprenditore ha donato al Comune di Vezza per la Tartufaia didattica.

Ma non è stato quello l’unico dono ricevuto dalla Tartufaia didattica roerina. Ne ha dato notizia il sindaco di Vezza Carla Bonino: «Abbiamo aggiunto, all’ingresso della Tartufaia, una casetta quale punto informazioni che è stata sponsorizzata da Andrea Rossano della Tartufingros».

Durante la cerimonia, Ceretto ha spronato la sinistra Tanaro: «I sindaci del Roero ritrovino l’unità per promuovere questo territorio», e ha concluso con una scossa ai vitivinicoltori: «I produttori vinicoli della zona si diano da fare in prima persona, senza aspettare aiuti o contributi da altri».

Ecco le foto più belle della manifestazione, colte dall’obiettivo di Severino Marcato.


f.ge.

Banner Gazzetta d'Alba