Impedire alle banche di usare i soldi dei cittadini come base speculativa

Bra: interpello e mediazione per le imposte locali

ALBA  Un convegno, organizzato dall’associazione Spiriti liberi di Bra, per focalizzare l’attenzione sul tema della separazione bancaria, ovvero per impedire alle grandi banche di continuare a usare il denaro dei cittadini e degli imprenditori come base per la speculazione selvaggia, senza scrupoli.

Appuntamento sabato 12

Spiega Gianni Rinaudo, moderatore dell’evento, in programma sabato 12 novembre nel cortile della Maddalena (sala Riolfo) a partire dalle 9.30: «Gestire gli istituti bancari in modo “universale”  e non “separato”, soprattutto da parte delle grandi banche, permette di mescolare denaro frutto del lavoro, dell’impresa e del risparmio e denaro tossico, proveniente dalla speculazione. Occorre, dunque, non farsi ingannare da parole roboanti, tendenti all’utopia, che invece nascondono l’ingordigia rapace di alcuni grandi gruppi finanziari».
All’incontro, dal titolo “L’economia reale tra separazione bancaria e microcredito”, hanno aderito Liliana Gorini (presidente del Movimento solidarietà), Laura Castelli (parlamentare del Movimento 5 stelle), i consiglieri regionali Gianna Gancia (Lega nord) e Paolo Allemano (Pd), il sindaco di Gaiola Fabrizio Biolè. Introducono i lavori Marta Giovannini (avvocato, Pd), Ivano Martinetti (consigliere comunale, 5 stelle); moderatore Gianni Rinaudo. Ingresso libero; ulteriori informazioni su www.spiriti-liberi.it.
Valter Manzone

Banner Gazzetta d'Alba