In sacrestia, ai Piloni di Montà, le foto di tutti i caduti roerini

In sacrestia, ai Piloni di Montà, le foto di tutti i caduti roerini 2
Le foto dei caduti roerini esposte nella screstia, restaurata dagli Alpini, del Santuario dei Piloni di Montà

MONTÀ Lo spazio adiacente alla chiesa è stato sistemato dagli Alpini
Anno dopo anno i Piloni si confermano un importante luogo di riflessione per tutti i montatesi.

A dimostrare questo ruolo del Sacro Monte non sono solo i tanti visitatori, locali e turisti, e neppure i numerosi eventi che ospita.
Quello che fa la differenza sono i puntuali interventi di manutenzione che le varie associazioni del paese offrono sotto il coordinamento di Ettore Cravero, incaricato della parrocchia, proprietaria del santuario.

Nel 2016, sono state quattordici le associazioni che si sono impegnate a pulire e conservare il percorso del Sacro Monte. Sono già intervenuti, i Ciclisti, i Cacciatori, gli Alpini, la Polisportiva, la leva del 1949, lo Juventus club, il Toro club, il borgo Madonnina, l’Aib, Borgo nuovo, la banda musicale La montatese e la leva del 1966; chiuderanno l’anno di manutenzioni lo Sci club il 20 novembre e l’associazione di fuoristradisti MuntaCala il 4 dicembre.

Inoltre il gruppo Alpini di Montà si è accollato la sistemazione della sacrestia della chiesa, dove sono esposte tutte le foto dei caduti. Ecco gli spazi, al termine dell’intervento.


Con quest’ultimo intervento si è chiuso un lungo periodo di restauri che ha portato al recupero di tutte le cappelle della Via crucis, della grotta dell’agonia e della chiesa principale.

Andrea Audisio

Banner Gazzetta d'Alba